Finalmente in Italia il metodo utilizzato alla Casa Bianca per mettere il turbo alla produttività (e come questo “ingrediente segreto” contribuirà a farti risparmiare fino al 45% del tempo necessario a finanziare il Tuo progetto)

mutuo veloce

E’ l’ultima rivoluzionaria “follia” che arriva dall’America.
Io l’ho provata e non posso più farne a meno.

RISERVATO AI LETTORI DEL BLOG:

Scopri come anche Tu oggi puoi ottenere i vantaggi di questo mio nuovo ingrediente “segreto” che utilizzerò al 100% per mettere il turbo al Tuo Progetto da finanziare. Leggi questo articolo fino all’ultimo rigo se anche Tu vuoi ottenere un Mutuo Veloce e straordinariamente Vincente!

Nell’articolo di oggi ti svelerò:

L’ultima trovata americana per mettere il turbo alla produttività

Gli ingredienti “segreti” utilizzati nel mio modello di lavoro che ti aiuteranno a realizzare velocemente il tuo progetto

Come puoi risparmiare fino al 45% del tempo necessario ad ottenere un Mutuo migliore delle tue più ambiziose aspettative

L’errore che molto probabilmente stai commettendo anche tu se ti appresti a chiedere un mutuo (e come evitarlo senza bruciarti)

Cosa puoi concretamente fare in questo momento per diventare artefice del tuo destino e realizzare il tuo progetto con gli strumenti più potenti ed efficaci presenti oggi sul mercato

mutuo intelligente

È proprio vero… gli americani sono incredibili e stanno 20 anni avanti rispetto al resto del mondo!

Ne inventano sempre una più del diavolo! 

 

Gli USA da molte persone sono considerati “l’Impero del male”, ma quanto sono “terrificanti” quando si parla di geopolitica e guerra, tanto sono imbattibili quando si parla di business e produttività. Chapeau!


—> In questo momento voglio parlarti di una novità che arriva proprio dagli Stati Uniti,
novità che ho potuto verificare io stesso e che mi ha letteralmente entusiasmato tanto da introdurla in pianta stabile nel mio modello operativo di lavoro.

mutuo rapido
Come sai oggi più che in passato è assolutamente vero il detto che “il tempo è denaro”.

Se hai un progetto importante da realizzare, sei sicuramente consapevole del fatto che l’elemento chiave che può decretarne il successo è il “tempo”.

Se vuoi davvero ottenere un “mutuo veloce” devi sapere questo: “La vera ricchezza oggi non si misura in denaro ma in tempo.”

Perfino il tuo livello di libertà e di realizzazione personale è misurabile utilizzando il “tempo” come parametro di riferimento.
Anche la qualità della vita può essere misurata attraverso il fattore “tempo”.

Quanto sia importante questo elemento ne sono ben consapevoli anche le banche.
Pensa che un paio di anni fa ho partecipato ad un corso di formazione, organizzato da un noto istituto di credito, finalizzato a risparmiare un’ora sulla lavorazione di ogni singola pratica.
In realtà non ero nemmeno stato invitato a quel tostissimo corso di formazione ma, grazie alle mie conoscenze, mi sono infiltrato all’incontro da vero imboscato in missione speciale. 😆


Cos’ ho imparato come ognuno di quei 60 minuti risparmiati su ciascuna pratica, sommato con gli altri,
alla fine dell’anno segna la differenza in termini di produttività e budget.
Per questo motivo oggi voglio condividere con te i miei risultati ed il mio successo.


ATTENZIONE!

La garanzia dei risultati di cui oggi hai bisogno, se hai un progetto da realizzare tramite un mutuo, non è misurabile solo in termini di tassi d’interesse e condizioni contrattuali ma anche nella possibilità di risparmiare un buon 45% del tempo necessario al completamento dell’operazione (dall’istruttoria, alla delibera, la perizia, la firma del contratto, fino al momento dell’effettiva erogazione del finanziamento).

COSA DEVI SAPERE IN QUESTO MOMENTO:

Puoi ottenere questo incredibile risultato in termini di risparmio, innanzi tutto avvalendoti di un Consulente Creditizio che ti consente di incontrare tutte le banche in un unico appuntamento per confrontare i vari prodotti finanziari senza perdere tempo a girare come una trottola di filiale in filiale.

Oggi non puoi fare la “processione delle banche” come uno sfigato qualsiasi che si sbatte da uno sportello all’altro alla “ricerca del mutuo perduto”.
Non puoi farlo nemmeno per “provare”, per curiosità o per vedere che succede.
Rischi di beccare un direttore talmente “scassa palle” da indurti a rinunciare al progetto e farti gettare la spugna.

Fratello, se ci tieni davvero al tuo progetto, stai alla larga dalle banche.
Se per sbaglio, tuo malgrado, passi vicino ad una filiale di banca, fai finta di niente e girati dall’altra parte.

—> Fai esattamente come ti comporti quando incroci un posto di blocco della polizia mentre guidi la macchina col cellulare in mano.
Fai finta di niente, fai l’indifferente e tira dritto come nulla fosse.

Segui il mio consiglio, fidati che ti voglio bene e te lo dico col cuore in mano, da vero amico.

Ascoltami: “stai alla larga dalle banche se non le conosci come le tue tasche. Poi non dire che non ti avevo avvertito…”  😈 

Non puoi sprecare il tuo prezioso tempo a fare la fila “col cappello in mano” aspettando in anticamera per essere ricevuto da un direttore che forse manco conosci, ti guarda dall’alto in basso e se lo incontri per strada nemmeno ti saluta.

Non puoi accettare preventivi incomprensibili scritti in “banchese” ed essere trattato come fossi un “pezzente” che chiede l’elemosina.

Tu sei importante, il tuo progetto è importante e non meriti quel trattamento!  😯

*********************************************
—> Oggi se vuoi ottenere un “mutuo veloce”
hai bisogno di fare centro al primo colpo,
“one shot one kill”, come dicono gli americani. <—
*********************************************

Non puoi perdere mezza giornata per ogni preventivo e magari dopo tutto lo sforzo sentirti dire che la pratica non è approvata, che serve il garante o che il tasso non è più quello pattuito all’inizio.

Sono certo che tieni molto alla tua dignità ed al rispetto che hai per te stesso, per la tua famiglia, per il tuo lavoro, per i tuoi risparmi e per i tuoi sacrifici.

Sono certo che il tuo progetto da finanziare è davvero importante per te e non hai nessuna intenzione di farti trattare a “pesci in faccia” da un “pincopallino” in giacca e cravatta che si fa forte di un ruolo e di una rendita di posizione spesso perfino immeritata.

Non voglio certo dire che tutti i direttori di banca trattano male i propri clienti, anzi la gran parte dei direttori di banca è sicuramente composta da professionisti di buon livello ma purtroppo spesso è facile imbattersi in certi personaggi con cui non ci vuole molto a perdere la pazienza e mandarli per direttissima a quel paese.

Quindi per poter offrire gli elevanti standard professionali che sono abituato a garantire alla mia selezionata ed esigente clientela, non mi limito a seguire con attenzione l’evolversi del mercato e le dinamiche del sistema bancario, non mi limito ad aggiornarmi professionalmente sulle ultime novità normative e sulle politiche di credito degli istituti bancari ma cerco di andare oltre questi che considero gli adempimenti minimi che un cliente intelligente ed esigente come te ha il diritto di aspettarsi dal proprio consulente creditizio di fiducia.

In questo senso sono sempre pronto a mettermi in discussione, alla costante ricerca di nuovi metodi e nuove opportunità per migliorare i livelli di produttività che posso utilizzare nella lavorazione delle pratiche e che oggi voglio condividere con te affinché anche tu possa trarne vantaggio per il tuo progetto da realizzare.

Finalmente oggi anche per te è scoccata l’ora di tirare fuori i sogni dal cassetto ed io sarò al tuo fianco in questo momento importante per fare in modo che le cose vadano nel migliore dei modi e che tu possa essere protagonista del tuo destino. 

Siccome sei curioso ed intelligente, sicuramente a questo punto ti starai chiedendo come faccio a garantire tempi rapidissimi per l’approvazione della tua richiesta di finanziamento.

In realtà non c’è una sola risposta o un solo “metodo” che utilizzo per farti risparmiare “tempo e denaro”.

—> Ti anticipo che non ho la “bacchetta magica” e che non utilizzo “poteri paranormali” per farti ottenere un “Mutuo Veloce”.

Sono semplicemente un professionista che dopo tanti errori e tanta gavetta,
ha trovato finalmente la strada “giusta” per lavorare “alla grande” e garantire standard elevati nella lavorazione delle pratiche.

Per mia fortuna amo il mio mestiere, lo faccio con grande passione, mettendoci la faccia e non mollando mai la presa.

Si tratta di “sistemare” tante piccole “caselle”, tanti elementi, tanti “ingranaggi” che sommati tra loro fanno la differenza.

– L’attenzione ai dettagli, alla perfezione ed all’efficienza si tramutano ad esempio nell’impegno che assumo con i miei clienti di non istruire più di due pratiche di mutuo a settimana.


In termini pratici questo vuol dire potermi dedicare con attenzione quasi “maniacale” alla lavorazione di ogni singolo progetto da far finanziare alle banche e poter garantire i più alti standard professionali in linea con le tue più alte aspettative ed esigenze.

In questo modo hai la certezza che la tua pratica per me è “speciale” e non resta a prendere polvere sulla scrivania.

 

A questo punto è bene essere chiari fino in fondo e mettere subito le carte in tavola: prima di arrivare a questi risultati incredibili che non avrei mai potuto immaginare di poter raggiungere e dei quali anche tu oggi puoi avvalerti, ho dovuto faticare molto ed ho commesso non pochi errori.
Quando muovevo i miei primi passi nel mondo del lavoro (ovvero subito dopo la laurea ed all’inizio della mia attività nel mondo della consulenza creditizia), erroneamente credevo che il successo si potesse ottenere basandosi solo sulla propria forza di volontà e sulla competenza tecnica.

All’epoca ritenevo che per avere successo dovessi studiare come un pazzo e lavorare come un mulo anche 14 ore al giorno. Mai errore mi fu più fatale e in quegli anni ho pagato profumatamente il costo della mia inesperienza.

 

Ho impiegato un botto di tempo per capire che ciò di cui hanno veramente bisogno i miei clienti “cazzuti” ed esigenti come te è un modello operativo standardizzato, basato su procedure “fisse” e replicabili ed un metodo di lavoro di tipo “industriale” e non di tipo “artigianale” in grado di offrire garanzie e risultati ben precisi.

Dopo aver capito questo, ho iniziato a studiare quali caratteristiche dovesse avere questo raffinato metodo di lavoro e come realizzarlo nel migliore dei modi.
Così, dopo diversi “esperimenti” ed averci faticato molto, ho individuato alcuni elementi chiave sui quali oggi si basa il mio attuale “Modello operativo” che utilizzo nella lavorazione delle pratiche e che utilizzerò anche per portare al successo nel più breve tempo possibile il tuo progetto da finanziare:

  • Affidabilità: deve garantire risultati concreti e tangibili;
  • Prevedibilità: nel senso di poter misurare tutte le componenti del sistema e pre-vedere, con buona approssimazione, quali saranno i risultati;
  • Efficienza: deve portare a buon esito l’operazione in breve tempo;
  • Misurabilità: deve indicare chiaramente i vantaggi reali legati all’adozione di questo metodo.
  • Semi automatismo: una volta impostato e avviato ci pensa lui a “instradare” ogni nuova pratica verso una strada con risultati ben precisi
  • Flessibilità: questo modello operativo è sempre in costante discussione in modo da poter essere modificato tempestivamente per adattarsi ad ogni singola esigenza dei miei clienti
cessioni quinto

Marinella Dal Sasso spacca il secondo col metodo giapponese kaizen

 

Individuati questi punti fermi, la vera svolta nelle procedure operative della mia attività professionale è arrivata con l’introduzione del modello organizzativo giapponese utilizzato da Marinella Dal Sasso con l’adozione del metodo Kaizen.
Lo so, detta così sembra una parolaccia ma ti assicuro che non lo è.

Anzi, dopo aver constatato e preso atto del successo e dei risultati ottenuti da Marinella grazie a questo metodo giapponese (da lei applicato nel campo delle Cessioni del quinto e dei finanziamenti a dipendenti e pensionati) non ho esitato a “copiare” e duplicare il metodo di Marinella anche nel mio business legato ai mutui.

[*** Non voglio dilungarmi oltre su tale aspetto, se vuoi saperne di più ti invito a leggere questo articolo. ***]

—> Oggi infatti non voglio parlarti delle diavolerie giapponesi che si è andata a inventare Marinella per spaccare il secondo quando lavora una pratica di Cessione del quinto. Oggi, come ti ho promesso, voglio parlarti dell’ultima novità che arriva direttamente dagli Stati Uniti d’America in fatto di efficienza e produttività. Ovvero del nuovo metodo di lavoro che ho voluto sperimentare e che, dopo averne constato i risultati esaltanti, è diventato uno standard nel mio Modello Operativo di lavoro.

 

Come sicuramente anche tu avrai capito se mi segui da un po’, sono un fottuto appassionato di tecnologia e novità nerd. Così quando ho sentito parlare dell’ultima genialata che arriva dalla Silicon Valley non sono riuscito a trattenermi dalla curiosità di provarla nel mio ufficio.

 In America infatti stanno sperimentando lo “standing desk”, ovvero i vantaggi del lavorare in ufficio utilizzando una scrivania alta che consente di lavorare in piedi.  Una postazione di lavoro più alta di quelle normali, in cui sia possibile (anche pranzare, amoreggiare, litigare) senza sedersi mai.  Perché secondo i salutisti americani, sedersi è la causa di tutti i mali. 

L’importante insomma è schiodare dalla sedia e non perdere tempo.
Così le “standing desk” sono arrivate perfino anche alla Casa Bianca.

 tempi mutuo

ECCO QUINDI l’HOMO ERECTUS 2.0:
NON SI LAVORA PIU’ SEDUTI MA IN PIEDI!
COSI’ AUMENTA L’ATTENZIONE OLTRE
CHE LA PRODUTTIVITÀ

 

In realtà il problema è relativamente recente: per millenni, o per milioni di anni se partiamo dal momento in cui i primi ominidi sono scesi dagli alberi e hanno cominciato a camminare eretti, l’uomo ha trascorso la maggior parte della giornata in piedi. E’ stato così durante tutta la civiltà contadina; è rimasto così, perlomeno per la maggioranza dell’umanità, anche dopo la rivoluzione industriale, perché non erano molti, in fabbrica, a mettersi a sedere.

Solo quando la classe operaia si è assottigliata, il terziario si è ampliato e la rivoluzione tecnologica ha cambiato il modo di produzione, facendo fare a macchine quello che prima facevano gli uomini, che abbiamo gradualmente dimenticato cosa significhi stare tutto il giorno in piedi.

Fino a 100 o 150 anni fa, oltretutto, le gambe erano il mezzo di locomozione più diffuso: soltanto i ricchi, o almeno i possessori di un cavallo, le utilizzavano un po’ meno per spostarsi da un luogo all’altro. Poi Londra creò la prima metropolitana della terra e da quel momento gli spostamenti, anche all’interno di una città, non hanno più avuto bisogno delle gambe (nemmeno di quelle di un equino).

Oggi il 65-75 per cento del lavoro d’ufficio viene fatto da seduti e più di metà di questo tempo è fatto di “prolungati periodi” su una sedia, poltrona o poltroncina che dir si voglia. I danni della vita sedentaria non possono essere completamente cancellati dall’attività sportiva. La sola via d’uscita è rimettersi a lavorare in piedi, come facevano i nostri antenati. «E il vantaggio, rispetto allo sport, è che la stragrande maggioranza degli individui possono stare in piedi senza troppo sforzo e senza che questo detragga qualcosa dal loro rendimento al lavoro », osserva il professore Thomas Yates, uno degli autori dell’indagine angloamericana.

I call-center e altre società dotati di scrivanie che possono essere usate stando in piedi hanno registrato un aumento della qualità del lavoro, riporta il Times. Gli “standing desk” potrebbero diventare effettivamente il modus operandi del futuro per tutti: in Scandinavia, secondo una stima, il 90 per cento dei colletti bianchi hanno accesso a postazioni di questo tipo. Ma nel Regno Unito ne dispone per ora soltanto l’1 per cento dei lavoratori e in altri paesi occidentali la percentuale è ancora più bassa. Del resto Ernest Hemingway scrisse la maggior parte dei suoi romanzi in piedi, e nessuno si lamenta del risultato.

 

Come ben sai odio le “rendite di posizione”, odio le zone di comfort, odio le poltrone e i “poltronisti” di professione.

Allo stesso tempo amo mettermi in gioco, sperimentare, essere reattivo, dinamico, flessibile e recettivo.

Per questo motivo, sentir parlare di “standing desk” e del “lavorare in piedi” è stato come sentire musica per le mie orecchie.

Così mi sono dato subito da fare per capire ben di cosa effettivamente si trattasse e verificare come poter adattare ed applicare questo metodo innovativo nel mio modello di lavoro per rivoluzionare ancora una volta il mio ufficio e stabilire un nuovo standard di produttività.

Computer, telefonate, pratiche, trattative, consulenze, tutto rigorosamente in piedi!

***Chi si “impoltronisce” è perduto.***

Posso dirti che dopo averlo sperimentato ne ha subito guadagnato la produttività e la qualità di lavoro è migliorata notevolmente.
Lavorando in piedi riesco a concentrami meglio e ad essere più reattivo e produttivo.
L’attenzione è sempre alle stelle.
Oggi voglio condividere con te questo incredibile risultato fatto di cose semplici e di tanti piccoli tasselli che sommati tra loro fanno la differenza e mi consentono di farti risparmiare fino al 45% del tempo necessario a lavorare la pratica di mutuo necessaria a finanziare il tuo progetto.

Oggi puoi usufruire anche tu di un servizio così rapido e innovativo ed ottenere velocemente l’approvazione e l’erogazione della tua richiesta di finanziamento.

A TE LA SCELTA:

Per questo motivo ti invito a compilare immediatamente il modulo in fondo all’articolo per ottenere una prima consulenza telefonica interamente gratuita che ti consentirà di verificare immediatamente con mano come un servizio di qualità può mettere il turbo al tuo progetto da finanziare e fare davvero la differenza nella realizzazione dei tuoi obiettivi.

Sarai assolutamente fiero e orgoglioso di questo tuo risultato inaspettato ed anche la tua famiglia ne sarà entusiasta.

L’aspetto più interessante, però, è che potrai ottenere questo incredibile risultato e continuare a startene comodamente “stravaccato” sul tuo comodo divano di casa a goderti la tv e la tua famiglia oppure potrai dedicarti ad altre attività più gratificanti mentre sarò io ad occuparmi di carte, conti, calcoli, cartacce e di ogni aspetto contabile, burocratico ed amministrativo legato alla tua pratica di finanziamento.

Se sei una persona pigra, ami il lusso, il piacere, la bella vita, ti piacciono le comodità e vuoi che gli altri stiano in piedi a lavorare per te, non sprecare altro tempo e compila subito questo modulo in fondo alla pagina. Non vedo l’ora di avere l’occasione di lavorare per te e poterti stupire con un risultato che ti lascerà senza parole.

Se invece non sei pigro ma sei abituato a lavorare sodo, sei sempre stanco e non hai la forza, la voglia e la pazienza di andare in dieci banche diverse a trattare di materie finanziarie complesse con un direttore di banca non all’altezza delle tue aspettative, è giunto finalmente il momento di “tirare la riga” e far valere i tuoi interessi ed i tuoi diritti una volta per tutte affidandoti ad un Consulente Creditizio pronto a farsi in quattro per te.

La pigrizia è un lusso, il tempo è denaro, il tuo progetto non può aspettare.

Compila il modulo qui sotto e dai subito valore al tuo tempo.

Ora sta a te la scelta: puoi continuare a girare come un criceto dentro la sua ruota e rimanere sempre piantato nello stesso punto, oppure puoi “darmi il segnale” ed io “scatenerò l’inferno” pur di farti ottenere ciò di cui hai bisogno in questo momento.

Se leggi il mio blog vuol dire che sei cazzuto e motivato e quindi sei pronto a goderti la vita e realizzare i tuoi progetti perché hai voglia di distinguerti ed emergere dalla massa, pertanto compila subito il modulo qui sotto per ottenere una prima consulenza telefonica interamente gratuita.

 

mutuo-rata

Prima di salutarti, ricorda: “L’unica cosa che si frappone tra te e il tuo obiettivo è quella stronzata di storia che racconti a te stesso sul motivo per cui l’obiettivo non si può raggiungere.”

Vola alto, non ti accontentare!!!

Giulio Curatella, al Tuo fianco per l’Accesso al Credito  😀 

All you need is credit!

Tre semplici step:

1) Mutuo Vincente

2) Metti il turbo

3) Realizza il Progetto

SCRIVI QUI I TUOI COMMENTI

  • Antonella Viceconte

    Fatto. Consulenza richiesta. Aspetto in trepidante attesa. Grazie e complimenti

Domande? Scrivi qui!
Loading...